Proprietà della Vitamina B12

La vitamina B12 altrimenti definita con il nome di cobalamina è conosciuta anche con un altro appellativo, che meglio ne sintetizza l’attività svolta, l’appellativo è quello di Vitamina dell’Energia.

Ma perché la vitamina B12 viene definita dell’energia?

Sostanzialmente per il fatto che svolge un azione ed ha un potere energizzante e in aggiunta a ciò va considerato un altro aspetto che differenzia questa specifica vitamina da altre, la B12 non può venir prodotta sinteticamente ma si forma in via esclusiva su colonie di batteri o muffe presenti prevalentemente sulla carne.

Il colore che la caratterizza è il rosso scuro, tonalità che le viene fornita dal cobalto presente in essa.

Tra le sue proprietà vi è quella della sintesi dell’emoglobina, in più si rende particolarmente utile al metabolismo del tessuto nervoso, delle proteine, dei grassi e dei carboidrati, in aggiunta la vitamina B12 tende a regolare l’assunzione del ferro da parte dell’organismo e svolge un azione fissante di un altra vitamina, la A per quanto attiene il suo lavoro a livello dei tessuti.

Se manca la Vitamina B12

La prima cosa a cui si va incontro se vi è carenza di B12 è la possibilità di sviluppare gravi disturbi neurologici e comportamentali, in secondo luogo la persona che vive tale carenza potrà sviluppare forme di anemia.

Gravi carenze di vitamina B12 causate da un insufficiente apporto alimentare sono comunque molto rare, tuttavia possono riguardare ad esempio le persone che scelgono un regime alimentare vegano che siano poco attenti agli alimenti scelti, in più possono riguardare anche le persone con difficoltà di assimilazione della vitamina stessa.

Cibi ricchi di vitamina B12

La vitamina B12 risulta essere indispensabile per l’organismo, e la si può reperire prevalentemente (ma non solo) in alimenti di origine animale, quali il fegato, la carne rossa, il pesce, mentre per chi segue regimi alimentari vegetariani la vitamina B12 la si ritrova nel rosso d’uovo e, in minore quantità, nei formaggi, meglio se stagionati.

Il dibattito su questa vitamina riguarda però come anticipato, anche le persone vegane, infatti pare che si siano effettuati studi sulle alghe che la conterrebero, e rispetto ad altri alimenti si possono citare:

  • nori
  • spirulina
  • soja e derivati

Le piante non producono vitamina B12 quindi la preoccupazione per ottenerla è rilevante e sensata visto che all’organismo occorre questo componente. Va ricordato che la vitamina B12 proviene da alcuni batteri presenti nel terreno, chi si nutre unicamente di vegetali, deve lavare gli alimenti in rispetto di norme igieniche essenziali, una precauzione necessaria che però fa perdere il contenuto esterno alla pianta e dunque la vitamina B12.

Fonti alternative di B12

Esistono alimenti addizionati con vitamine nel caso delle persone vegane la scelta di tali alimenti dovrà rivolgere la loro attenzione unicamente verso quelli in cui l’aggiunta è limitata alla vitamina B12, oppure esistono degli integratori anche questi limitati alla B12, visto che le altre vitamine si ottengono dalla frutta e dalla verdura.

Occorre pianificare pasti e tale aggiunta in maniera opportuna e ci si può far aiutare da personale formato a tale scopo.