Ho passato un week end disastroso, tutta colpa degli anelli che porto alle dita! Ma andiamo per gradi. Sabato sera ho chiesto alla mia ragazza se aveva voglia di andarci a fare un aperitivo e poi di andarci a vedere un bel film al cinema: si lamenta sempre che non la porto mai a vedere film che piacciono anche a lei, allora le ho proposto di scegliere cosa vedere.

Ci siamo fatti l’aperitivo lì al bar del cinema, davvero molto buono e per nulla caro: un prosecchino a testa, qualche tartina, un sacco di mais tostato piccante che per me è come la droga. Siamo rimasti leggeri con la speranza di andarcene poi a mangiare qualcosa al ristorante cinese dopo il film, soprattutto per non rischiare di addormentarci appesantendoci troppo con le schifezze, comprati i biglietti abbiamo raggiunto la nostra sala.

Praticamente la sala era davvero nostra perché non c’era nessuno, solo un’altra coppia con la faccia infilata in un secchio di pop corn. Ci sediamo, iniziano le pubblicità che ci sono di solito prima dei film e dopo un po’ parte il film, uno di quei film romantici con storie d’amore strappalacrime che alla fine finiscono bene.

Faccio per abbracciare la mia ragazza, vista la situazione, ma dopo un po’ ho bisogno di bere: tragedia. Mi si erano incastrati i capelli tra gli anelli, le chiedo di aiutarmi a togliere le ciocche, tirando un pochino per rendere tutto più semplice ma niente. Anzi, vengo ammonito dalla mia ragazza che, urlando nella sala, mi dice, visita il sito e guarda se c’è scritto qualcosa! Sono Oxy extension a clip, se me le rompi ti uccido!

Ovviamente non c’era linea e col telefono non sono riuscito a connettermi, per cui con un po’ di calma e pazienza, e la promessa di ricomprargliele nel caso in cui le avessi danneggiate, sono riuscito a toglierle e non c’è rimasta traccia dell’incidente. Almeno sui capelli! La mia ragazza mi ha chiesto di scegliere: o gli anelli, o lei!